temp
temp
temp
temp
temp
temp
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb
temp-thumb


STAGIONE 2013 - L'OSTERIA E APERTA

L'osteria è da oltre un decennio uno dei ritrovi più popolari di Montepulciano. Apprezzata dai locali per il suo clima genuino e informale rimane un punto di riferimento per i numerosi visitatori che passano per Montepulciano. L'Osteria propone una cucina sincera, fortemente legata al territorio da cui provengono rigorosamente tutti gli ingredienti. I piatti sono semplici ma di carattere, dove si privilegia la qualità e il gusto. Il decoro è sobrio e amichevole, un piccolo simposio di disparati commensali che si ripete a pranzo e a cena , da anni.

La cucina aperta sulla sala lascia vedere un’ affiatato e valente staff intento alle preparazioni, il forno a legna e un enorme ceppo di legno sul quale è sempre presente una lombata pronta per al taglio per le bistecche alla “Fiorentina”. C’è anche l’OSTE "mordace" che con sapienza taglia bistecche e salumi, alternandosi tra sala e cucina per decidere con il cliente il giusto taglio per la bistecca e a far conti su la carta gialla che apparecchia i pochi tavoli. Vogliamo mantenere il carattere autentico dell'osteria senza compromessi "per accontentare tutti". Leggi quindi bene le regole dell'osteria

Seguici su:

Profilo Facebook

Recensioni in Inglese

Trip Advisor

4square

Due Spaghi

New York Times Logo

Rick Steves on MSNBC

villas in Tuscany

Siamo aperti a pranzo dalle 1230 alle 3 e a cena dalle 1930 alle 2230

Prenotazioni:
(+39) 0578 717086
Chiuso il martedi

*************

Reservations:
(+39) 0578 717086
Closed on Tuesdays

We are open at lunch from 1230 pm to 3pm and for dinner from 730 to 1030pm

Joined by some Tuscan friends, we wandered down a narrow street to Osteria dell’Acquacheta, a cozy restaurant known for its steaks. During the high season, seats can be booked up to a month in advance. Today, the dark, stone dining room was crowded but it looked as if we actually had a shot at a table. After a five-minute wait, we were seated next to the open kitchen, surrounded by teenagers, young families and Tuscan businessmen, and watched as Giulio Ciolfi, the gregarious owner with a long, gray ponytail, two leather belts slung on his hips and wildly bushy eyebrows, carved into a side of beef with a machete-like knife. We ordered a steak and it arrived a few minutes later — two inches thick, seasoned simply with olive oil, salt and pepper, and grilled so rare it was still cold in the center. Don’t ask for well-done; this is how steak is served here.